Next Best Action | Anticipa i comportamenti dei tuoi clienti
luglio 18, 2017
Evolution Builder | Digital Marketing Automation Designer for Dynamics 365
luglio 20, 2017

Ogni giorno le vie dello shopping delle grandi metropoli (durante il periodo dei saldi ad esempio) sono invase da “consumatori” di ogni genere.

I via vai continui dei fashion addicted all’ interno delle grandi catene del fast fashion, fanno sì che i negozi siano presi d’assalto.

Note catene d’abbigliamento come: H&M, Zara, Pull And Bear e via discorrendo, accolgono costantemente milioni di persone.

Ma non sono gli unici! Anche le piccole e medie Boutique e gli Store Monomarca, subiscono lo stesso fenomeno, forse di entità minore (questione magari legata alla differenza di prezzi o forse all’offerta poco diversificata dei prodotti).

Che siano essi grandi medi o piccoli store ha poca importanza, ciò che conta è il numero di persone che, in un lasso di tempo, mettono piede negli stessi.

Il dato realativo alle presenze dei visitatori in store sarebbe molto importante da ottenere.

Potrebbe essere quindi interessante misurare il numero di persone che, magari giornalmente, visitano un qualsiasi Store? Se si come?

Effettivamente uno strumento che svolge questa funzione esiste, e si chiama In Store Metrics.

In Store Metrics, come dice il termine stesso, è lo strumento che offre la possibilità di misurare, come detto pocanzi, il flusso di persone che visitano lo store.

A cosa serve tutto ciò? Misurare metricamente il numero di visitatori è uno mezzo che aiutata chi lo utilizza di conoscere un numero di informazioni importanti come:

  • Punti caldi in negozio
  • Giorni / orari occupati per visite di negozi
  • Percorsi comuni del cliente attraverso il negozio
  • Demografia dei visitatori del negozio
  • Impatto delle promozioni / campagne di marketing sul traffico di visitatori
  • Rapporto di conversione del cliente (tasso che indica se i visitatori diventano clienti acquistando qualcosa)
  • Valore medio di acquisto
  • Numero di articoli per acquisto

E’ facile notare quanto questi punti sopra elencati possano essere oro nelle mani di chi li utilizza, si verrebbe a conoscenza di valori statistici che aiutano gli uomini del settore a indirizzare il proprio lavoro nella direzione giusta.

Ma come funzionano gli In Store Metrics?

Vediamolo nello specifico: il numero di persone che entrano in un negozio vengono calcolate allo stesso modo di come i Pop up registrano i dati degli utenti che visitano un e-commerce, gli In Store Metrics si servono di un’architettura elettronica che registra, all’ ingresso degli store, il numero esatto di persone che visitano il negozio, con l’ aiuto di pannelli di lettura passi, sottostanti alla pavimentazione, offrono la possibilità di leggere i punti di maggior interesse da parte dei consumatori.

Ora considerati questi due strumenti che vi abbiamo spiegato immaginate di poterli mettere in comunicazione tra loro e capirete facilmente come questi possano dare alla luce tutti gli altri punti descritti prima.

Basterà conoscere: numero di persone e punti caldi per associarli a periodi dell’anno/giorni della settimana/categoria merceologica/e posizione dei prodotti, per estrarre una serie di dati che ci descrivono esattamente tutto ciò che è necessario sapere.

Immaginiamo che (come noi del resto) siate rimasti sbalorditi nel leggere quanto sopra, ma tutto ciò che vi abbiamo descritto null’altro è se non una strategia di marketing chiamata: Proximity Marketing.

Il Proximity Marketing è quella strategia che ti consente di inviare sconti, newsletter e/o offerte ai consumers che si trovano nei pressi dello store.

Tutte queste strategie, oltre ad offrire quanto vi abbiamo fin’ora detto, consolidano anche il rapporto tra cliente e customer care, migliorando ancor più la comunicazione tramite i dati a disposizione dell’operatore ancor prima che gli vengano forniti dal cliente stesso.

Futuro? Ci siamo dentro!

SB Soft

Stay Tuned