Metodologie

Metodologie

Il Microsoft Solutions Framework (MSF) è un insieme di strumenti, best-practice, mentalità, modelli, discipline ed altro, raccolte negli anni da Microsoft, per aiutare e guidare nella realizzazione di sistemi software.

Il Microsoft Solutions Framework, nato all’inizio degli anni ’90 e reso pubblico nel 1993, è stato aggiornato costantemente, nel 2006 rilascia la Solution Visual Studio Team System e al Team Foundation Server.

La Solution è divisa in differenti livelli, dal Microsoft Solutions Framework Core, che deve essere adattato al contesto corrente, alle implementazioni specifiche, che possono essere invece usate direttamente.

Il Framework è utilizzabile anche in combinazione con Team Foundation Server, Team Explorer, Windows Sharepoint Services, Reporting Services, Microsoft Project e Microsoft Excel, che danno accesso ad ulteriori funzionalità (pianificazione, gestione della documentazione e del codice sorgente, tracciamento di attività, bug, rischi, etc.)

.

Microsoft all’interno di Team Foundation Server fornisce 2 differenti versioni:

“Microsoft Solutions Framework for Agile Software Development”: versione più indicata per team piccoli, o team che vogliono essere più agili e non necessitano di troppa tracciabilità e di pratiche più prescrittive;

“Microsoft Solutions Framework for CMMI Process Improvement”: versione più indicata per team medio-grossi, o team che necessitano di avere una maggiore tracciabilità e richiedono pratiche più prescrittive (per conformità a certificazioni di qualità ISO o simili).

In precedenza, fino alla versione 3, il Microsoft Solutions Framework era disponibile solo come documentazione e insieme di whitepaper, ma questo ne aveva limitato l’adozione in quanto non esistevano strumenti che ne facilitassero l’adozione.

Nelle versioni successive invece è utilizzabile sia senza uno strumento, sia in combinazione con Team Foundation Server, Team Explorer, Windows Sharepoint Services, Reporting Services, Microsoft Project e Microsoft Excel, che danno accesso alle funzionalità di pianificazione, gestione della documentazione e del codice sorgente, tracciamento di attività, bug, rischi, etc…

Fino alla versione 3 il Microsoft Solutions Framework era disponibile in un’unica edizione, che andava poi personalizzata e integrata a seconda del progetto, del team, del tipo di scadenze, etc…

La customizzazione era necessaria in quanto MSF non era una metodologia che definiva ogni singolo aspetto del processo di costruzione del software, ma era un Framework, ossia un insieme di strumenti, mentalità, e best-practice, che andavano adattate al contesto in cui erano usate, e che se utilizzate correttamente garantivano un’alta percentuale di riuscita.

Dalla versione 4.0 invece è divisa in differenti livelli partendo dal Microsoft Solutions Framework Core per arrivare alle implementazioni specifiche.

Il Microsoft Solutions Framework Core è ancora un Framework secondo la concezione originale, ossia non può essere usato direttamente ma va calato nel contesto corrente.

Le implementazioni concrete della versione Core (dette anche “prodotti”) possono essere invece usate direttamente, anche se è comunque consigliato adattarle, almeno in minima parte, al proprio contesto.